Organizzare un matrimonio

Organizzare un matrimonio: cose di cui hai e non hai bisogno

Ci sono coppie che possono permettersi matrimoni da sogno e coppie che invece devono rinunciarvi in toto. Ci sono coppie che risparmiano qua e la pregiudicando la bellezza di un evento come il matrimonio. E poi ci sono coppie che fanno una cosa molto semplice: con sincerità individuano quello d cui hanno bisogno per il loro matrimonio e quello di cui non hanno bisogno. Farlo è molto semplice e vi permetterà di individuare quegli elementi che fanno gonfiare i costi del vostro matrimonio.



Partiamo dal fondo, dalla torta nuziale. Un matrimonio senza torta nuziale sarebbe un matrimonio monco. Non lasciatevi, è il caso di dirlo, “intortare” dalla moda del cake design ovvero dalle torte ricoperte di pasta di zucchero di chiara tradizione americana. Se è vero che queste torto sono bellissime è anche vero che la pasta di zucchero non è molto apprezzata dai palati italiani. Optate per una torta quindi secondo quella che è la tradizione pasticcera italiana e se vi sembra troppo semplice, decoratela con un bel cake topper.

Se è vero che il fotografo matrimonio è un professionista necessario per immortalare gli attimi più belli del vostro matrimonio, non è necessario il ingaggiare anche il video maker per il video o le riprese aree con il drone soprattutto se la location delle nozze è modesta.

La moda per le damigelle è un’altra tendenza che fa lievitare i costi del vostro budget. Prima di tutto è bene ricordare che è una tradizione americana che nulla ha a che fare con la cultura italiana, ed in secondo luogo è giusto ricordare, se volete rispettare la “wedding etiquette” americana, che tutto quello che riguarda le damigelle dovete spesarlo voi: abiti, parrucchiere, mini bouquet e regalo ovviamente. Circa 1000 Euro, rimanendo stretti, se volete le 4 classiche damigelle. Sicure che volete le damigelle, o meglio farsi bastare la testimone?

Un’altra moda americana è quella dei “bar”. Nella location del vostro matrimonio potete creare qualsiasi tipo di bar: candy bar, ice cream bar, beer bar e così via anche se indubbiamente il più gettonato è il candy bar. Sicure che dopo un lauto banchetto all’italiana avete bisogno di una tavolata di cupcakes, cakepos, leccalecca ed altre cose piene di zucchero? La classica confettata con 5 o 6 varietà di confetti, magari con qualche gusto esotico si rivelerà più che sufficiente!

Ed ora veniamo al banchetto, in quanto è proprio questo elemento a prendersi buona parte del budget destinato alle nozze. Il primo modo per tagliare i costi del banchetto consiste ne depennare un po’ di invitati. Lo sappiamo è difficile e motivo di grande imbarazzo, ma se in banchetto ve lo spesate autonomamente potete decidere chi “depennare” con più serenità. Se siete in difficoltà chiedetevi: questa persona l’ho vista nel corso dell’ultimo anno? E poi: la mia famiglia lo inviterebbe? Se la risposta è no ad entrambe le domande allora potete depennare quella persona ed al massimo invitarla solo alla cerimonia. Ci sono poi altri costi che fanno lievitare i costi del banchetto: sculture di ghiaccio per l’apertivo, cooking show con cuoco che cucina a vista solo per citarne alcuni.